Tradizione e avanguardia...

La storia

Dal 1655 ad oggi nel museo la stratificazione di una storia individuale
e collettiva ne fa una perla di cultura ed un polo culturale di grande vivacità

1655

La Duchessa Elena Aldobrandini moglie del Principe di Stigliano, Antonio Carafa, Duca di Mondragone, fonda a sue spese il “Ritiro per Matrone, Vergini ed Oblate” al fine di dare asilo a tutte le donne in difficoltà, ragazze bisognose, vedove sole, suore indigenti. 12 gennaio 1808: Giuseppe Bonaparte chiude 12 Conventi ed incamera arredi e ricchezze anche del ‘Ritiro”.

1870

Unità d’Italia: I Sabaudi riconoscono con Regio decreto la Fondazione, alle dipendenze del Ministero della Pubblica Istruzione.

1915

Viene aggiunta nel medesimo edificio la Scuola Elementare e la Scuola Operaia 1924: Adele Croce fonde l’Istituto con il Convento femminile di lavoro. Il Banco di Napoli eroga, 300.000 lire a sostegno della nuova Fondazione.

1940 - 1945

Interrotte le attività a causa della guerra

7 giugno 2003

Nascita del Museo del Tessile e dell’Abbigliamento dedicato alla Fondatrice.

7 marzo 2019

il Museo, ormai anche Museo della Moda, riapre con un nuovo allestimento museale sotto la guida esperta del Commissario Maria D’Elia, con la magica visione dell’artista Michele Jodice e con il costante sostegno della Regione Campania.

0
Mostre Organizzate​
0
Oggetti unici in tutto il mondo​
0
Eventi, collezioni e visite guidate anche per gruppi​
0
Biglietti venduti​

Per qualsiasi informazione

Chiamaci al +39 081 4976104

Siamo sempre qui a disposizioneper darvi
tutte le informazioni di cui avete bisogno.

Museodellamodanapoli –  © 2020. Tutti i diritti riservati
Privacy Policy / Termini di utilizzo.